Riuscite a mantenere il peso dopo una dieta?

Non succede, ma se succede…
E’ successo, e siamo al top della nostra forma, dopo una scalata di privazioni, sacrifici e tanti notti passate a contare le pizze prima di andare a dormire, abbiamo resistito! Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo.
Finalmente la dieta è finita…o quasi.

Che siano 5kg o 10kg, una dieta lampo o una durata mesi e mesi.
Il rischio di cui non si parla mai e che è invece, il primo pericolo in agguato dietro l’angolo, è proprio la possibilità di perdere l’autocontrollo sudato per mesi. Lasciarsi andare a qualche coccola in più e diciamocelo, anche meritata, è una ricompensa adeguata solo se abbinata alle giuste precauzioni.

La fase di mantenimento non deve infatti essere un remake della dieta appena conclusa ma il suo epilogo naturale, il risultato di un rapporto nuovo con l’alimentazione all’insegna del benessere.

La cosa più importante in questo momento delicato è di focalizzarsi sui risultati ottenuti, almeno nella fase iniziale. Oltre ad essere un forte stimolo a tenere alto il livello di autocontrollo, è un toccasana per l’autostima e un forte impulso al mantenimento delle abitudini salutari acquisite durante la nostra dieta.

Si tratta di una sfida di resistenza, privata delle regole ferree del precedente regime alimentare ipocalorico, e basata su un delicato equilibrio di cura e dedizione.

I chili persi non sono stati un miracolo ma il frutto di tanti sforzi e impegno.
L’autodisciplina, stavolta mixata a una maggiore libertà risulta ancora una volta il miglior approccio verso questo nuovo obiettivo, per il quale appunto abbiamo bisogno del supporto di nuove abitudini.

Che senso avrebbe avuto la nostra dieta, se tra qualche mese ci trovassimo al punto di partenza e soprattutto se dovessimo ricominciare da capo?

Questa nuova routine superate le difficoltà iniziali, diventerà la base del nostro nuovo stile di vita salutare all’insegna del benessere, non solo fisico ma anche psicologico:

    • controllare il nostro peso con cadenza settimanale, senza che questa diventi una malsana ossessione giornaliera. L’importante è tenere d’occhio l’ago della bilancia che nella norma può variare in un range di più o meno 2kg. Se malauguratamente, invece questo dovesse muoversi al di là di questi limiti, saremo subito pronti a porvi rimedio immediatamente.
    • mantenere uno stile di vita attivo, dedicarsi a uno sport o ad attività divertenti come il ballo, di modo da avere sempre un asso nella manica per poter compensare eventuali aumenti di peso o piccoli capricci a cui non abbiamo saputo dire di no. Senza però esagerare con l’attività cardio o le ore passate in sala pesi, queste due attività necessitano infatti di un approccio graduale e degli adeguati tempi di riposo. Inoltre l’attività cardio è efficace solo se in grado di creare un gap di calorie, mentre la costruzione di massa muscolare necessita di uno specifico regime alimentare.
    • non dimenticare di rispettare il ciclo del sonno, dormire la giusta quantità di ore di cui il nostro corpo ha bisogno oltre ad essere un toccasana per il nostro umore e per le capacità cognitive ci eviterà di inciampare in snack e altre soluzioni ipercaloriche in preda alla stanchezza. Non sono pochi gli studi a dimostrazione della correlazione tra il dormire male e il rischio di obesità.
    • fare attenzione o meglio dosare il consumo di cibi ricchi di grassi come i fritti, di zuccheri o il consumo di alcolici, oltre a mettere a rischio la nostra forma, il loro consumo mette a rischio la nostra salute. La loro correlazione con malattie come il diabete, malattie cardiovascolari e alcuni tipi di tumori è ben nota.

In ultimo ma non per importanza, è utile, come durante il processo di dimagrimento, imparare ad ascoltare e ad apprezzare il proprio corpo, ognuno di noi ha ritmi e necessità diversi e così anche il nostro organismo.

Imparare a conoscerne i limiti e a riconoscerne i segnali di sofferenza è il primo grande passo nella direzione di un benessere costante e duraturo sotto ogni punto di vista.

Potrebbero interessarti anche...